Guide

Come Guardare Sky su iPhone

Se hai l’abbonamento sky ma non sei ancora registrato ai sevizi on line è ora di farlo. Vai su Sky.it e clicca sulla voce Registrati, scegli una username, una password e inserisci la tua mail; spunta la voce SI per accedere ai servizi riservati ai clienti Sky, inserisci il Codice Fiscale, il Codice Cliente o numero Smart Card e premi Avanti. Niente di più facile!

Dopo avere completato la registrazione, vai nella sezione Area Clienti, seleziona la scheda Fai da te e inserisci la username e la password che hai scelto per la tua registrazione. Clicca su Invia e attendi che venga eseguito l’accesso; spostati quindi nell’Area Clienti e seleziona la scheda Fai da te. Clicca su Arricchisci abbonamento, spostati nell’area Per te e seleziona la scheda Decoder e Servizi. Da questa finestra puoi attivare l’opzione SkyGo che ti permetterà di visualizzare i canali TV anche su Pc e iPhone. In caso di problemi è possibile eseguire la procedura telefonicamente seguendo questa guida e contattando il servizio clienti Sky.

Se vuoi guardare i canali sul PC basta andare nella sezione Sky Go, la prima volta che proverai a visualizzare i canali ti verrà chiesto di installare Sky Go Player. Dopo averlo fatto, puoi registrare il dispositivo (un massimo di due per utente). Al termine potrai goderti i canali e tutti i tuoi programmi preferiti, direttamente dal browser del tuo pc. La procedura è semplicissima, per cui non avrai problemi ad eseguirla.

Puoi guardare i programmi di SkyGo anche attraverso l’app gratuita per iPad e iPhone. Dopo averla scaricata dall’App Store, avviala e clicca sul pulsante Login, inserisci quindi la Username e la Password che hai scelto per registrarti al servizio online di Sky e premi il tasto Accedi. Ora non ti resta che toccare il canale da visualizzare. Attraverso la guida TV potrai visualizzare i programmi in onda e guardarli toccando il tasto Guarda il canale. Ruotando il dispositivo puoi passare alla visualizzazione in landscape e sfruttare tutto lo schermo del tuo telefonino.

Guide

Come Controllare Computer a Distanza

Vi è mai capitato di non essere in casa, e di avere necessità di controllare da remoto il vostro pc di casa o ufficio per fare qualcosa di importante? Oppure di avere problemi con il pc, e di dover chiamare il vostro amico esperto per farvelo riparare, costringendolo a venire a casa vostra o di dover portare il vostro pc a casa sua? O ancora, di voler fare vedere una presentazione a diverse persone in posti diversi e non sapete come fare? State navigando in internet in ufficio o a scuola, e alcuni siti che vi interessano sono bloccati? Per fare tutto questo, e anche di più, ci viene in soccorso un software davvero interessante, TeamViewer.

Tutto quello che dovrete fare è scaricare ed installare TeamViewer. Esiste in svariate versioni (TeamViewer Quick support, TeamViewer Host e TeamWork) e per diverse piattaforme (Windows, Mac OS, Linux e in versione Mobile per iPad,iPhone ed Anroid). Per vedere in dettaglio come funzionano e a cosa servono le varie versioni, di seguito troverete una guida completa a TeamViewer.

Risulta essere la versione piu utilizzata, quella che installiamo normalmente sul pc, e ci permette di controllarlo da remoto con accesso permanente. Vi ricordo che TeamViewer è gratuto per uso personale, mentre bisogna acqustare una licenza se utilizzato per fini commerciali. Vediamo come funziona.

Dal pc che vogliamo controllare da remoto scarichiamo ed installiamo TeamViewer versione All in One. Avviamo il programma e selezioniamo Configura l’accesso permanente a questo computer
Scegliamo una password e scriviamola nel campo apposito. Clicchiamo su OK.
A questo punto, nella schermata iniziale di TemViewer troveremo una maschera Attendere la sessione, con due campi: ID e Password. Appuntiamoci l’ID su un pezzettino di carta. Questo sarà l’ID univoco che ci servirà per stabilire la connessione da remoto al nostro pc. Nel campo password dovremmo invece trovare un codice alfanumerico e la voce “oppure utente definito”. Il codice alfanumerico è una password random che viene generata dal software ad ogni accesso al programma, e ci servirà per comunicarla ad utenti occasionali che vogliamo far accedere al nostro pc, magari per farci dare assistenza,senza dovergli comunicare la nostra password. La password utente definito è invece quella che abbiamo scelto prima, e serve a noi ogni volta che volgiamo accedere al nostro pc da remoto.
Spostiamoci sul secondo pc (quello in ufficio se vogliamo controllare il pc di casa ad esempio) ed installaimo anche qui TeamViewer all in one. Avviamolo e nella maschera Crea Sessione, alla voce ID scriviamo il codice che ci siamo appuntati sul pezzo di carta, al punto precedente. Quando ci verrà richiesta la password, la inseriamo.
Comparirà una finestra nella quale vederete il desktop del computer remoto che volete controllare, e poterte fare tutto ciò che vi interessa, come accedere a dei siti che magari in ufficio sono bloccati dal proxy, o mettere a scaricare qualcosa da emule.
Ricordate che tutto ciò che fate sul desktop remoto è come se lo stesse facendo proprio sul pc che state controllando, quindi se ad esempio eseguite un download da internet, la risorsa ve la ritroverete sul pc remoto,e non sul pc dal quale lo state controllando.
Considerando che TemViewer può essere installato anche sul vostro smartphone capirete che è uno strumento davvero potentissimo!

Questa versione di TemViewer ci viene in aiuto quando abbiamo bisogno di supporto da remoto sul nostro pc, o quando siamo noi a dover dare supporto da remoto a qualcuno. Nel caso in cui siamo noi ad aver bisogno di supporto, la procedura è la stessa del passo precedente, ovvero supponendo di aver gia installato la versione all in one, comunichiamo alla persona che vogliamo far accedere al nostro pc l’ID e la password temporanea e lui provvederà a connettersi da remoto al nostro pc. Ovviamente anche la persona che ci fornisce supporto deve aver scaricato ed installato Team Viewer all in one.

Se invece siamo noi a dover dare supporto ad un nostro amico o cliente, o se non vogliamo installare la versione completa di TeamViewer procediamo come segue:

Facciamo scaricare alla persona che ha bisogno di supporto la versione Quick Support di TeamViewer e chiediamogli di avviarla (non richiede installazione).
Nella schermata successiva verranno mostrati un ID ed una Password. Facciamoci comunicare questi dati.
Dal nostro pc avviamo TeamViewer,e procediamo come al punto 4 della guida TeamViewer host, inserendo ID e Password che ci hanno comunicato in precedenza.
Ora avremo pieno controllo del pc della persona in difficoltà e potremo aiutarlo a risolvere i problemi.
TemWork è uno strumento molto professionale, che può essere utile per presentare un prodotto a clienti remoti, mostrandolgi una presentazione o delle foto, in maniera semplice ed immediata. Tutto ciò che dobbiamo fare è:

Avviare TeamViewer All in one sul nostro pc.
Invitare le persone a cui vogliamo mostrare la presentazione a scaricare ed avviare TeamViewer QuickJoin (non richiede installazione).
Comunichiamo ID e Password ed il gioco è fatto. In poco tempo saranno in grado di visualzizare il nostro desktop, senza possibilità di agire su di esso, a differenza delle altre due versioni.
Due aspetti fondamentali di questa versione sono la completa personalizzazione dell’interfaccia di QuickJoin che andremo a presentare gli interlocutori, con possibilità di inserire il nostro logo e nome dell’azienda, e la possibilità di invitare chi vogliamo direttamente da TeamViewer, che invierà automaticamente una mail agli indirizzi da noi scelti, contenente l’indirizzo per il download di QuickJoin e l’ID e la Password per la connessione.

Guide

Cosa Sono i File Iso

In questa guida parleremo dei file con estensione .iso. Sicuramente vi sarà capitato di avere a che fare con tali tipi di file, ad esempio quando scaricate un gioco o un software da internet, o quando volete crearvi un backup in locale di un CD/DVD originale, per non rischiare di perderne il contenuto in caso di danneggiamento del supporto ottico. Vediamo nel dettaglio cosa sono i file .iso e come possiamo gestirli.

File .iso: cosa sono, come masterizzarli e come montarli.
è semplicemente l’immagine di un CD/DVD. In pratica un file .iso è un contenitore che memorizza all’interno il contenuto di un supporto ottico, in modo da poter essere facilmente rimasterizzato su un secondo supporto vergine. Ottenere file .iso può essere utile per creare una copia di backup di un supporto ottico del quale non vogliamo rischiare di perdere il contenuto. Il fomrato .iso è anche il piu utilizzato per la condivisione on line di software.

se disponiamo di un file .iso, possiamo masterizzarlo su un supporto ottico, per ottenere una copia del CD/DVD dal quale è stata ottenuto il file .iso. Per fare questo possiamo servirci di un software di masterizzazione. I software più famosi (Nero Burnign Rome, Alchool 120%, Toast per MAC) sono tutti a pagamento. Vi propongo dunuqe un programma gratuito per masterizzare file .iso su CD/DVD e anche su pen drive USB, Passcape ISO Burner. Questo software freeware è davvero semplice ed intuitivo.

Il software non ha bisogno di installazione. Una volta avviato il programma, dalla schermata principale (clicca sull’immagine per ingrandirla!) abbiamo diverse opzioni. Selezioniamo Burn ISO image to CD/DVD per masterizzare il contenuto del file .ISO su un supporto ottico. Selezioniamo poi la ISO da masterizzare e clicchiamo su next.

A questo punto scegliamo il masterizzatore da utilizzare, se ne abbiamo a disposizione piu di uno, e clicchiamo su <>.

Se invece desideriamo ottenere il contenuto della ISO su una pendrive USB selezioniamo dalla schermata iniziale Crate bootable USB disk. Quando compare la schermata successiva, inseriamo il disositivo USB e clicchiamo su <>.

se non abbiamo a disposizione un supporto vergine, o semplicemente se non vogliamo sprecarlo, possiamo decidere di montare la ISO. Ci sono infatti alcuni software che permettono di creare de drive virtuali, sui quali possiamo far caricare la nostra ISO. Questo equivale del tutto ad avere un CD/DVD ed inserirlo in un lettore, il tutto però in maniera virtualizzata, ovvero senza aver bisogno del supporto fisico o del driver.

Guide

Come Trovare Colori HTML

Come ben sapete, l’estetica di un sito è fondamentale per attirare maggiori utenti. Sui siti WordPress  il problema non si pone, perché esistono tantissimi temi gratis da scaricare e da caricare poi sul proprio portale per un effetto straordinario.

I colori, però, hanno un significato così come i fiori, per questo generalmente si sconsiglia lo sfondo rosso (perché è un po’ difficile leggere le istruzioni del sito) e quello nero (a meno che non sia un blog tematico tipo horror o altro). Un altro problema per il colore di un sito web è il contrasto tra lo sfondo e il colore del testo, esistono colori, però, che sono combinabili tra di loro con risultati davvero favolosi e per utilizzarli al meglio oggi vi presentiamo un paio di strumenti online che mostrano i maggiori colori con relative sfumature e codice da incorporare.

Il primo sito che vi presentiamo per inserire un po’ di colore nel vostro sito è disponibile su W3Schools. In questo portale potrete trovare i colori in formato RGB (con il codice relativo), oppure tramite il nome del colore.

Un altro strumento molto interessante è Color Picker. Il servizio è molto utile perchè permette di individuare il codice di un colore semplicemente cliccandolo, si tratta quindi di un modo più veloce di quello mostrato in precedenza di trovare i colori che interessano.

Attraverso questi strumenti diventa semplice trovare i colori giusti per il proprio sito. Le varianti sono un ottimo modo per rendere il vostro sito meno piatto e per dare all’utente la sensazione di un sito ben costruito e non visibilmente pacchiano.

In più, un sito esteticamente perfetto è il primo passo: non ci resta che ottimizzarlo con contenuti allo stesso livello e dando all’utente le informazioni che cerca. Importanti, sempre al livello di ottimizzazione, sono i cosiddetti headings: si tratta di titoli che mettono in evidenza l’argomento che verrà approfondito successivamente. Utilizzare lo stesso colore affine con lo sfondo per i titoli, un altro per il testo (magari evidenziando con il grassetto o il corsivo) favorisce l’accesso dell’utenza.

Guide

Come Unire File Avi

Spesso, online, ci si trova di fronte a due video che corrispondono a un film diviso a metà, per vederlo intero con i vostri amici, dovete unire i due video, esistono procedure molto complesse per questa operazione, tanto che alcuni rinunciano e decidono di vedere il film diviso

La divisione di un film in diversi video nella Rete è data dal fatto che i video postati su Youtube e simili hanno una limitazione di tempo e spesso non è possibile inserire film se non dividendoli in più pezzi.

Oggi, però abbiamo una soluzione semplice e veloce offerta da un programa gratis che si chiama VirtualDub e che abbiamo già presentato quando abbiamo parlato di montaggio video. VirtualDub è utilizzabile solo se i video da unire sono in Avi e se entrambi hanno la stessa compressione, altrimenti risulta inutile.

Per evitare questi inconvenienti, il consiglio è di utilizzare un programma che scarichi i video direttamente dalla Rete nel formato che desideriamo (naturalmente, poi sceglieremo l’Avi) in maniera tale che la compressione e il formato siano identici.

Una volta che avete entrambi i video in formato Avi, andate nel menu File e cliccate su Open Video File per aprire sul programma il video di partenza. Per unire più video, dobbiamo ritornare su File, ma stavolta dovremo cliccare su Append Avi Segment ed aprire in questo modo il secondo video o gli altri video uno dietro l’altro.

Una volta che abbiamo inserito in coda tutti i video in Avi che ci servono, non ci resta che andare su Video e spuntare l’opzione Direct Stream Copy.

Adesso, dobbiamo pensare al sonoro e quindi è necessario cliccare sull’opzione Audio, che troviamo insieme a Video e spuntare la stessa dicitura Direct Stream Copy.

Infine, per concludere l’unione dei video, dobbiamo ritornare su File e cliccare su Save as AVI per salvare il nuovo video. Naturalmente, possiamo salvarlo dove vogliamo nel computer e rinominarlo come desideriamo. In questo modo, potrete vedere interamente un film da soli o con i vostri amici senza il terrore che il video si blocchi sul più bello.

L’interfaccia, anche se in inglese, è abbastanza intuitiva e consente di aggiungere diversi video pur essendo gratis.