Browse Category by Guide
Guide

Cosa Sono i File Iso

In questa guida parleremo dei file con estensione .iso. Sicuramente vi sarà capitato di avere a che fare con tali tipi di file, ad esempio quando scaricate un gioco o un software da internet, o quando volete crearvi un backup in locale di un CD/DVD originale, per non rischiare di perderne il contenuto in caso di danneggiamento del supporto ottico. Vediamo nel dettaglio cosa sono i file .iso e come possiamo gestirli.

File .iso: cosa sono, come masterizzarli e come montarli.
è semplicemente l’immagine di un CD/DVD. In pratica un file .iso è un contenitore che memorizza all’interno il contenuto di un supporto ottico, in modo da poter essere facilmente rimasterizzato su un secondo supporto vergine. Ottenere file .iso può essere utile per creare una copia di backup di un supporto ottico del quale non vogliamo rischiare di perdere il contenuto. Il fomrato .iso è anche il piu utilizzato per la condivisione on line di software.

se disponiamo di un file .iso, possiamo masterizzarlo su un supporto ottico, per ottenere una copia del CD/DVD dal quale è stata ottenuto il file .iso. Per fare questo possiamo servirci di un software di masterizzazione. I software più famosi (Nero Burnign Rome, Alchool 120%, Toast per MAC) sono tutti a pagamento. Vi propongo dunuqe un programma gratuito per masterizzare file .iso su CD/DVD e anche su pen drive USB, Passcape ISO Burner. Questo software freeware è davvero semplice ed intuitivo.

Il software non ha bisogno di installazione. Una volta avviato il programma, dalla schermata principale (clicca sull’immagine per ingrandirla!) abbiamo diverse opzioni. Selezioniamo Burn ISO image to CD/DVD per masterizzare il contenuto del file .ISO su un supporto ottico. Selezioniamo poi la ISO da masterizzare e clicchiamo su next.

A questo punto scegliamo il masterizzatore da utilizzare, se ne abbiamo a disposizione piu di uno, e clicchiamo su <>.

Se invece desideriamo ottenere il contenuto della ISO su una pendrive USB selezioniamo dalla schermata iniziale Crate bootable USB disk. Quando compare la schermata successiva, inseriamo il disositivo USB e clicchiamo su <>.

se non abbiamo a disposizione un supporto vergine, o semplicemente se non vogliamo sprecarlo, possiamo decidere di montare la ISO. Ci sono infatti alcuni software che permettono di creare de drive virtuali, sui quali possiamo far caricare la nostra ISO. Questo equivale del tutto ad avere un CD/DVD ed inserirlo in un lettore, il tutto però in maniera virtualizzata, ovvero senza aver bisogno del supporto fisico o del driver.

Guide

Come Trovare Colori HTML

Come ben sapete, l’estetica di un sito è fondamentale per attirare maggiori utenti. Sui siti WordPress  il problema non si pone, perché esistono tantissimi temi gratis da scaricare e da caricare poi sul proprio portale per un effetto straordinario.

I colori, però, hanno un significato così come i fiori, per questo generalmente si sconsiglia lo sfondo rosso (perché è un po’ difficile leggere le istruzioni del sito) e quello nero (a meno che non sia un blog tematico tipo horror o altro). Un altro problema per il colore di un sito web è il contrasto tra lo sfondo e il colore del testo, esistono colori, però, che sono combinabili tra di loro con risultati davvero favolosi e per utilizzarli al meglio oggi vi presentiamo un paio di strumenti online che mostrano i maggiori colori con relative sfumature e codice da incorporare.

Il primo sito che vi presentiamo per inserire un po’ di colore nel vostro sito è disponibile su W3Schools. In questo portale potrete trovare i colori in formato RGB (con il codice relativo), oppure tramite il nome del colore.

Un altro strumento molto interessante è Color Picker. Il servizio è molto utile perchè permette di individuare il codice di un colore semplicemente cliccandolo, si tratta quindi di un modo più veloce di quello mostrato in precedenza di trovare i colori che interessano.

Attraverso questi strumenti diventa semplice trovare i colori giusti per il proprio sito. Le varianti sono un ottimo modo per rendere il vostro sito meno piatto e per dare all’utente la sensazione di un sito ben costruito e non visibilmente pacchiano.

In più, un sito esteticamente perfetto è il primo passo: non ci resta che ottimizzarlo con contenuti allo stesso livello e dando all’utente le informazioni che cerca. Importanti, sempre al livello di ottimizzazione, sono i cosiddetti headings: si tratta di titoli che mettono in evidenza l’argomento che verrà approfondito successivamente. Utilizzare lo stesso colore affine con lo sfondo per i titoli, un altro per il testo (magari evidenziando con il grassetto o il corsivo) favorisce l’accesso dell’utenza.

Guide

Come Unire File Avi

Spesso, online, ci si trova di fronte a due video che corrispondono a un film diviso a metà, per vederlo intero con i vostri amici, dovete unire i due video, esistono procedure molto complesse per questa operazione, tanto che alcuni rinunciano e decidono di vedere il film diviso

La divisione di un film in diversi video nella Rete è data dal fatto che i video postati su Youtube e simili hanno una limitazione di tempo e spesso non è possibile inserire film se non dividendoli in più pezzi.

Oggi, però abbiamo una soluzione semplice e veloce offerta da un programa gratis che si chiama VirtualDub e che abbiamo già presentato quando abbiamo parlato di montaggio video. VirtualDub è utilizzabile solo se i video da unire sono in Avi e se entrambi hanno la stessa compressione, altrimenti risulta inutile.

Per evitare questi inconvenienti, il consiglio è di utilizzare un programma che scarichi i video direttamente dalla Rete nel formato che desideriamo (naturalmente, poi sceglieremo l’Avi) in maniera tale che la compressione e il formato siano identici.

Una volta che avete entrambi i video in formato Avi, andate nel menu File e cliccate su Open Video File per aprire sul programma il video di partenza. Per unire più video, dobbiamo ritornare su File, ma stavolta dovremo cliccare su Append Avi Segment ed aprire in questo modo il secondo video o gli altri video uno dietro l’altro.

Una volta che abbiamo inserito in coda tutti i video in Avi che ci servono, non ci resta che andare su Video e spuntare l’opzione Direct Stream Copy.

Adesso, dobbiamo pensare al sonoro e quindi è necessario cliccare sull’opzione Audio, che troviamo insieme a Video e spuntare la stessa dicitura Direct Stream Copy.

Infine, per concludere l’unione dei video, dobbiamo ritornare su File e cliccare su Save as AVI per salvare il nuovo video. Naturalmente, possiamo salvarlo dove vogliamo nel computer e rinominarlo come desideriamo. In questo modo, potrete vedere interamente un film da soli o con i vostri amici senza il terrore che il video si blocchi sul più bello.

L’interfaccia, anche se in inglese, è abbastanza intuitiva e consente di aggiungere diversi video pur essendo gratis.

Guide

Come Cancellare Applicazioni da Facebook

Sappiamo bene quanto alcune siano invadenti ; e’ intrinseca infatti nella struttura del social network la necessita’ delle applicazioni di accedere ai dati personali , per pubblicarli , e come se non bastasse pubblicare cose sul nostro profilo . Puo’ risultare talvolta fastidioso .
Molte persone decidono di cancellarsi da Facebook anche solo per le applicazioni invadenti , ma e’ molto semplice soltanto disattivare le applicazioni indesiderate .

Come cancellare le applicazioni Facebook
Entrate nel profilo e cliccare sul tasto “ Home “ in alto a destra

Adesso sullo schermo , a sinistra , vedremo un pannello con delle scritte , una delle quali e’ “ Applicazioni “ , da qui potremo cancellare le applicazioni Facebook installate

Cliccate sopra alla scritta (Applicazioni) e sulla destra ne apparira’ la lista completa

Ora potete scegliere di cancellare le applicazioni che desiderate , a sinistra di ognuna troverete l’ icona di piccola matita

Cliccate su quella relativa all’applicazione da rimuovere e cliccare sulla voce per cancellarla.

Per cancellare l’autorizzazione delle applicazioni ad interagire con il vostro profilo cliccate ora in altro a destra nel menu vicino al tasto Home e scegliete Impostazioni Account

Sul pannello a sinistra cliccate su “Applicazioni”

Ora vedrete tutte le applicazioni che interagiscono con il vostro profilo,scegliete dalla lista quelle che volete cancellare e cliccate sulla X relativa a destra della voce.

Ripetete l’operazione per cancellare tutte le applicazioni che volete.

Molto semplice.

Guide

Come Recuperare i Messaggi Cancellati da Facebook

Risulta essere il metodo più ovvio ma non tutti lo conoscono , se avete cancellato i messaggi da poco potete provare a recuperarli nell’archivio.

Entrate nel vostro profilo e selezionate “Messaggi” nella colonna a sinistra.
Scorrete la pagina fino in basso e vedrete la scritta in blu “Archiviati” , cliccateci .
Se ci trovate il messaggio che volete recuperare basta selezionare la freccetta a destra per riportarlo nella normale posta .

Se avete attive le notifiche via mail dei messaggi ricevuti dovreste avere una copia di ogni messaggio ricevuto , se avete cancellato la mail potete recuperarla dal cestino .
Alla fine della mail troverete un link per rispondere al messaggio , e poi una scritta “Mostra thread cancellati”,cliccateci e dovreste poter recuperare messaggi cancellati da Facebook.

Altra possibilità, andate nelle impostazioni account in alto a destra della pagina , poi cliccate in basso su “Scarica una copia dei tuoi dati Facebook” , dopo aver avviato l’Archivio dovra’ passare un po’ di tempo , ma con buona probabilita’ potremo recuperare le email cancellate piu’ di recente.