Browse Category by Guide
Guide

Come Aumentare Potenza del Router

Se il router wireless si trova nello studio e il Pc dei figli nella loro stanzetta, potrebbe succedere che il segnale non arrivi oppure potrebbe essere molto lento. Questo è un problema comune a chi ha una casa grande e dispone di un solo modem/router Wi-Fi. In questi casi, bastano alcuni accorgimenti per rimediare ed estendere la copertura del router senza fili.

Prima di tutto, controlla la posizione del router. Il consiglio, è quello di sistemarlo al centro della stanza, lontano da pareti spesse e da eventuali ostacoli. Controlla, inoltre, che nelle vicinanze non ci siano apparecchi elettronici che potrebbero creare delle interferenze e indebolire il segnale.

Se proprio non puoi fare a meno di mettere il modem router wireless vicino ad una parte, perchè magari al centro della stanza non ci sta bene, è opportuno sostituire l’antenna con un modello più potente o, in alternativa, con un’antenna direzionale (visto che sulla maggior parte dei dispositivi è montata un’antenna omnidirezionale).

Ultimo consiglio, ma non di minore importanza rispetto ai precedenti, è quello di aggiornare il router di tanto in tanto, magari passando dallo standard 802.11g al più recente 802.11n. Infine, per potenziare il segnale, possiamo acquistare un Access point wireless, da collegare al router mediante un cavo di rete, o un pratico ripetitore di segnale, relativamente a cui è possibile vedere questo sito sul ripetitore WiFi.

Le possibilità sono quindi molte.

Guide

Ritaglio Schermata in Office

Nei programmi Office 2010, ad eccezione di Access, nella scheda Inserisci, è disponibile un pulsante, chiamato Schermata, che permette di inserire l’immagine di ogni programma che non è stato ridotto ad icona sulla barra delle applicazioni.

Cliccando su tale pulsante viene visualizzato un breve menu contenente le miniature delle finestre aperte; se si lascia per qualche istante il mouse su di esse compare anche un’etichetta che indica di quale programma si tratta insieme al nome del documento.

Ma se si clicca sulla parte inferiore del menu, su Ritaglio schermata, lo schermo diventa bianco, con il puntatore del mouse che assume la forma di una croce. Questo significa che sarà possibile catturare qualsiasi parte della schermata che si trova sotto il programma aperto.

Per esempio, se prima di aprire Word, è stato aperto Excel, sarà possibile catturare tutto o parte della schermata di Excel. Ovviamente, per la cattura è necessario tenere premuto il tasto sinistro del mouse.

Guide

Riquadro di Selezione in Word

Quando nella pagina di un documento vengono inserite forme, clipart, organigramma, immagini, grafici e altro, è possibile spostarsi tra loro ricorrendo al cosiddetto riquadro Selezione e visibilità, che si posiziona a destra della finestra del programma. Per attivarlo bisogna prendere in considerazione il gruppo Modifica della scheda Home e cliccare sul pulsante Seleziona scegliendo, dall’elenco, Riquadro di selezione. Se gli oggetti presenti sono diversi è preferibile assegnare dei nomi in maniera tale da raggiungerli immediatamente.

Come assegnare un nome agli oggetti? Nel Riquadro di selezione occorre far doppio clic sul nome predefinito e digitare il nuovo. Accanto ai nomi degli oggetti c’è il simbolo di un occhio, come in photoshop a proposito dei livelli; con questa icona si può fare in modo di nascondere le forme inserite, tipo rettangolo, ovale, freccia, connettore, nastro, etc; questo vale soltanto per le forme!

Per spostare, ridimensionare, chiudere il Riquadro di selezione occorre far clic sulla linguetta nera del riquadro stesso, selezionando dal menu l’azione che si desidera.

In basso al riquadro vi sono i pulsanti Mostra tutto e Nascondi tutto che consentono, come è facile intuire, di nascondere o mostrare tutte le forme, mentre i pulsanti Riordina, cioè Porta avanti e Porta indietro, sono attivi soltanto se sono selezionate le suddette forme.

Guide

Raggruppare Date in una Tabella Pivot in Excel

Excel offre la possibilità di raggruppare elementi di un campo al fine di facilitare la lettura dei dati di una tabella pivot. Se all’interno della tabella sono presenti delle date queste ultime possono essere raggruppate in Mesi – Trimestri – Anni, etc, dipenderà, quindi, dalle nostre esigenze scegliere il tipo più idoneo di raggruppamento.

La scelta viene effettuata cliccando nella scheda Opzioni, dopo avere selezionato, ovviamente una cella della tabella pivot relativa alle date, e prendendo in considerazione il pulsante Gruppo da selezione. Nella finestra che si apre si seleziona l’opzione desiderata. La selezione può riguardare anche due o più voci.

Il raggruppamento può essere sciolto facendo clic sul pulsante Separa sempre presente nella scheda Opzioni.

Se il raggruppamento delle date non soddisfa il nostro gusto estetico, si può ricorrere alla scheda Progettazione utilizzando il pulsante Layout rapporto scegliendo dall’elenco tra tre diversi tipi di visualizzazione:

– Mostra in formato ridotto;

– Mostra in formato struttura;

– Mostra in formato tabella.

Molto interessante.

Guide

Ricerca Obiettivo in Excel

Risulta essere lo strumento che calcola come cambia il valore di una cella al variare di un’altra. Si tratta di un metodo che risulta essere fondamentale quando bisogna programmare lo sviluppo di un’azienda.

Infatti, si supponga che un’azienda desideri aumentare le proprie vendite tanto da far si che esse rappresentino il 40% delle vendite totali.

Ricerca obiettivo può calcolare molto velocemente le vendite obiettivo in maniera tale che, ad esempio, le vendite dei pantaloni siano il 40% del totale.

Per attuare quanto appena detto, occorre selezionare la cella C4, quella della percentuale dei pantaloni, quindi dalla scheda Dati, sezione Strumenti dati, bisogna cliccare su Analisi di simulazione e poi su Ricerca obiettivo.

Nella finestra che si apre, nella casella Imposta cella, sarà già presente la cella selezionata, cioè la cella C4; nella casella Al valore occorre inserire il valore obiettivo (0,4 che equivale al 40%) e infine, nella casella Cambiando la cella, bisogna selezionare la cella C3.

Premendo il pulsante Ok, excel fornisce una soluzione per l’obiettivo che era stato definito. Una volta terminati i calcoli, la tabella si presenterà con nuovi valori e verrà visualizzata anche la finestra Stato ricerca obiettivo.

Sarà sufficiente cliccare il pulsante Ok per vedere confermati i nuovi valori all’interno della tabella.